mercoledì 29 luglio 2009

Millennium Actress

Trama: Genya e Kiyoji, rispettivamente regista e cameraman, decidono di realizzare un documentario dedicato all'attrice più rappresentativa del secolo appena trascorso: Chiyoko Fujiwara. La donna, ormai anziana e ritiratasi misteriosamente dalle scene quando era ancora giovane, accetta di essere intervistata dai due, ai quali racconta la sua vita lavorativa e privata usando come filo conduttore l'amore provato per un giovane rivoluzionario incontrato da adolescente.

Millennium Actress (Sennen Joyu), è un film del 2001 prodotto dallo Studio Madhouse e diretto dal regista Satoshi Kon, famosissimo anche nel nostro paese e stesso autore di Tokyo Godfathers del quale vi avevo già parlato in questo post. Memore della qualità di quest'ultimo e innamorata dello stile del suo autore, l'altro giorno mi sono decisa a guardare un'altra delle sue opere e devo dire che anche questa volta ne sono rimasta incantata! Il particolare stile della narrazione mi ha subito catturata e coinvolta nella storia di Chiyoko, la quale, nel corso del racconto della sua vita, confonde la realtà con la finzione dei film da lei interpretati. In questo modo lo spettatore si ritrova a vivere un'unica storia d'amore e di vita vissuta che viene narrata attraverso diverse epoche, diversi luoghi e diverse protagoniste. Il punto forte del film, infatti, è proprio l'intreccio tra finzione e realtà: sembra un racconto fantastico, un viaggio attraverso mondi sconosciuti, invece si sta narrando una storia vera viaggiando attraverso dei ricordi, a volte tristi e a volte felici, di una donna che ha preso decisioni e scelto di percorrere delle strade esclusivamente per amore. Amore del quale comprenderà il pieno significato solo alla fine, sul letto di morte.
In conclusione, secondo me Millennium Actress è un capolavoro dell'animazione giapponese, molto emozionante e commovente, con uno stile unico e una colonna sonora degna di nota, che non potete assolutamente perdere.


"..perchè dopotutto, è il fatto di inseguirlo ciò che amo davvero.."

venerdì 24 luglio 2009

Coraline [..e la Porta Magica?]

Dopo avervi fatto la testa grande quanto una mongolfiera sull'uscita del film di Coraline pubblicando trailers e quant'altro, scrivere un post che parla dell'intera pellicola direi che è obbligatorio per non rendere inutile tutta la fatica che ho fatto per stressarvi! XD
La storia si sa. Molti di voi dopo averne parlato sul mio blog hanno subito letto il libro e gli altri ormai avranno visto il film, dubito ci sia ancora qualcuno che non la conosce, ma eccone ugualmente un brevissimo riassunto per rinfrescare le idee:
 
Trama: Coraline è una bambina alquanto vivace e fuori dal comune che un bel giorno, esplorando la casa in cui si è appena trasferita, scopre una porta che la conduce in un mondo all'apparenza uguale al nostro, ma dove tutto è più fantastico e perfetto e dal quale non vorrebbe più andare via, finché non capisce che non è tutto oro quel che luccica e il suo bel sogno si trasforma in un incubo.
 
Di solito i film tratti dai libri sono sempre imprecisi, incompleti e deludenti. Quante volte si è sentita dire la frase: È meglio il libro? Tantissime! Anche in questo caso, ovviamente, è meglio il libro perché con la fantasia lo si immagina come si vuole e si può andare ben oltre quello che può essere rappresentato sullo schermo. Nonostante questo, però, a mio parere, Coraline è un film riuscito al 100%! Il libro di Neil Gaiman da cui è tratto è uno dei miei preferiti, quindi ero molto esigente al riguardo, ma per fortuna le mie aspettative non sono state minimamente deluse. È tutto bellissimo: animazione, colori, characters design, scenografia, musiche... tutto quanto! *__* Anche il Gatto, che nel libro ho adorato immensamente, nel film l'ho trovato fedele alla sua descrizione cartacea. C'è solo qualche piccola e comprensibile modifica rispetto alla storia originale, ma tutto il resto è davvero molto fedele. Inoltre, l'inconfondibile stile di Henry Selick, già regista di Nightmare Before Christmas, si adatta perfettamente ad una storia inquietante come Coraline!
Se vi è piaciuto Nightmare Before Christmas, dunque, e vi piacciono i film fantasy per ragazzi che vanno sul macabro/dark, allora vi consiglio di non perderlo perché questo è proprio il film perfetto per voi! ^_-
 
CURIOSITA' SUL FILM:
  • Nell' Altro Mondo, l'Altra Madre sta facendo un'omelette a Coraline per colazione. Quando rompe l'uovo e lo versa nella ciotola, si può vedere nel tuorlo d'uovo la faccia di Jack Skeletron di Nightmare Before Christmas!
  • Il faro rosso che si vede in una delle palline di neve che Coraline mette sullo scaffale del camino, è la riproduzione del Big Red, il faro dell'Holland State Park in Olanda.
  • Durante la scena dei trapezi, Miss Spink e Miss Forcible citano alcuni versi dell'Amleto di William Shakespeare. Le parole fanno parte di un discorso che Amleto fa a un gruppo di cortigiani.
  • La faccia sul dollaro che la mamma di Coraline a inizio film dà al traslocatore come mancia è quella del regista Henry Selick!
  • Ci sono 248 cagnolini neri durante lo spettacolo dei trapezi a cui assistono anche Coraline e Wybie.
  • Mr. Bobinsky indossa la medaglia originale dei Partecipanti alla liquidazione degli effetti dell'Incidente di Chernobyl.
 
CHICCHE PER I FAN DI CORALINE E NEIL GAIMAN COME ME! *___*
  • Evoluzione dell'Altra Madre:


  • Cosplay dell'Altra Madre!

  • Locandine con l'Alfabeto di Coraline:
Sono bellissime! *__* Potete vederle tutte in una risoluzione maggiore QUI

  • Alcune immagini dal Making Of:

Vi ricordo che il film è fatto in stop-motion, una tecnica che permette di realizzare filmati utilizzando numerose fotografie scattate agli oggetti inanimati ai quali si vuol far prendere vita, quindi significa che hanno costruito tutto a mano e poi lo hanno fotografato migliaia di volte! *-* Potete vedere altre immagini del Making Of sul sito ufficiale (si trovano nel pozzo).

  • Istruzioni per creare il Box contenente i Bottoni che l'Altra Madre regala a Coraline (QUI):

venerdì 17 luglio 2009

All I want is You

Una delle migliori canzoni d'amore che siano mai state scritte. Personalmente.. è la mia preferita! Se qualcuno mi dicesse queste parole cadrei subito ai suoi piedi! XD




lunedì 13 luglio 2009

Deja-vu

Oggi posto un video molto curioso riguardante i Classici d'Animazione Disney. Io sono cresciuta guardando questi film milioni e milioni di volte, ma non mi sono mai accorta che gli autori usassero un trucco per animare alcune.. come dire.. scene particolari! XD
Se siete curiosi di scoprire di cosa sto parlando guardate un po' questo filmato e poi fatemi sapere cosa ne pensate! :D


martedì 7 luglio 2009

On your Mark

Il 7 Luglio, quando le stelle Vega ed Altair si incrociano nel cielo, in Giappone si celebra il Tanabata, detto anche "Festa delle Stelle", in cui le persone guardano fuochi d'artificio e scrivono i propri desideri sui tanzaku, fogliettini verticali che si appendono ad un ramoscello di bambù.
Questa tradizione deriva da una leggenda di origine Cinese la quale racconta che la dea Orihime (Vega) e il pastore Hikoboshi (Altair), scapparono via per sposarsi in gran segreto dopo essersi perdutamente innamorati. Quando il Dio del Cielo, padre di Orihime, scoprì della loro fuga, separò i due innamorati creando in mezzo a loro il fiume Ama no Gawa (Via Lattea), e permettendo loro di incontrarsi solamente una volta l'anno durante la settima notte del settimo mese. Da allora, ancora oggi, l'incrocio delle stelle Vega e Altair nel cielo simboleggia il ricongiungimento degli amanti Orihime e Hikoboshi.
Mi piacerebbe tanto scrivere un tanzaku, ma fortunatamente in questo periodo sono così felice che non ho particolari desideri che necessitano di un intervento divino per essere realizzati. Tutti quelli che ho posso benissimo realizzarli fai-da-me con un pò di determinazione impegno (e denaro), quindi per festeggiare anche io insieme ai giapponesi l'unione dei due innamorati Orihime e Hikoboshi, ho pensato di fare qualcos'altro, cioè di dedicargli un piccolo film musicale animato dal mio amatissimo Miyazaki-sensei e da altri suoi colleghi dello Studio Ghibli. Si tratta di On Your Mark, un video di un'incredibile forza poetica di solo 7 minuti che, come tutti gli altri capolavori del maestro, non ha certo bisogno di una mia recensione o spiegazione per essere apprezzato.