giovedì 31 luglio 2008

The Dark Knight

"Quello che non ti uccide, ti rende semplicemente più... strano!"


Trama: In questo nuovo capitolo dedicato all'uomo pipistrello, Batman, il Commissario Gordon e il nuovo Procuratore di Gotham City, Harvey Dent, si alleano per combattere la mafia che sta dilagando in città e per fermare il pericolosissimo Joker, un criminale dalla personalità disturbata che ha gettato Gotham nel terrore e nell'anarchia.

Per mancanza di tempo la mia recensione sarà brevissima. Tutto quello che ho da dire è che The Dark Knight è un film profondo ed emozionante che non ha deluso affatto le mie aspettative. Come sempre Nolan è riuscito a mettere in risalto i vari aspetti della natura umana, in questo caso aiutato anche dalla magnifica interpretazione di Heath Ledger nei panni del Joker. Il suo personaggio infatti è proprio quello che spicca di più in tutta la pellicola: enigmatico, inquietante, dal macabro senso dell'umorismo e con la terribile capacità di riuscire a "risvegliare" il lato oscuro presente in ogni essere umano. Un Joker unico e straordinario che mette in ombra perfino lo stesso protagonista e che nei futuri film di Batman sarà difficile da imitare.
Altro particolare interessante del film è che non c'è una parte vincente: buoni e cattivi, eroi e antieroi, sono tutti ugualmente sconfitti. Lo stesso Batman è costretto a scegliere fra i suoi sentimenti personali e la sicurezza della sua città, dimostrando di non essere un eroe invincibile in grado di salvare tutti.
Se vi è piaciuto Batman Begins, sono sicura che questo secondo capitolo vi piacerà ancora di più. A mio parere è un film che andrebbe visto anche solo per l'incredibile, straordinaria, e purtroppo ultima, interpretazione di Heath.

"Se introduci un po' di anarchia, se stravolgi l'ordine prestabilito, tutto diventa improvvisamente caos.
Io sono un agente del caos. E sai qual è il bello del caos? E' equo!"
[Joker]

Curiosità: Per coprire l'arco di tempo intercorso tra Batman Begins e The Dark Knight è stata realizzata una raccolta di cortrometraggi animati dal titolo "Batman, Gotham Knight".



O muori da eroe, o vivi tanto a lungo da diventare il cattivo.

mercoledì 30 luglio 2008

Batman Begins

Alfred: "Perchè i pipistrelli signore?"
Bruce: "Perché mi fanno paura! Che li temano anche i miei avversari!"
 
 
TRAMA: Bruce Wayne, unico figlio di un illuminato filantropo di Gotham City, vede i suoi genitori assassinati davanti ai suoi occhi. Incapace di liberarsi del senso di colpa, inizia un vagabondaggio che lo porta fin sulle vette dell'Himalaya, dove incontra Ra's Al Ghul, il quale lo inizia al culto dei ninja.
Tornato a Gotham, trova una città corrotta e degradata. Decide così di smettere di vagabondare e di usare le sue nuove capacità a favore della giustizia, creando un simbolo che servirà a dare forza e speranza agli abitanti di Gotham.
 
Dopo i primi due diretti da Tim Burton e i successivi due da Joel Shumacher, questo quinto film su Batman può essere visto tranquillamente senza conoscere i suoi predecessori perché, come dice il titolo stesso, narra le origini dell'uomo pipistrello.
Il film è del Giugno 2005 ed è diretto da Christopher Nolan, regista famoso per Memento e The Prestige (quest'ultimo sicuramente uno dei più bei film che abbia mai visto! Da non confondere con The Illusionist).
Non solo per come è stato diretto, ma anche per l'introspezione psicologica data al personaggio di Bruce Wayne, questo è, secondo me, il migliore Batman tra quelli in circolazione. Credo che Nolan sia stato l'unico regista a riuscire a mettere in risalto il lato oscuro della personalità di Bruce Wayne. I suoi precedenti colleghi, infatti, lo facevano apparire solo come un multi-milionario con le manie del travestimento, ma Nolan è riuscito a mostrare tutto quello che c'è oltre la maschera e le ali da pipistrello.
A parte Katie Holmes, che personalmente non sopporto dai tempi di Dawson's Creek, (Grazie a Dio nel nuovo film non c'è! XD), tutto il cast di attori l'ho trovato perfetto. Christian Bale nel ruolo di Bruce Wayne/Batman per me è sbav sbav! Michael Caine nel ruolo del maggiordomo Alfred è simpaticissimo: fa morire dalle risate! XD Cillian Murphy nel ruolo dello Spaventapasseri fa davvero paura! Anche senza maschera! O_O Mettendo insieme tutti questi ingredienti e aggiungendoci il fatto che Batman è il mio supereroe preferito (un supereroe senza superpoteri! *-*), forse potete riuscire ad immaginare quante volte ho visto questo film! XD E anche con quanta ansia io stia aspettando l'uscita del suo sequel! *Q* L'unica nota negativa quando finalmente vedrò The Dark Knight, sarà la tristezza che proverò. La morte di Heath Ledger per me è stata uno shock. Era uno di quei pochi attori in grado di dare qualcosa in più ai personaggi interpretati. Bello, bravo e all'apice della sua carriera. Davanti a sé aveva un futuro brillante, perciò non riesco proprio a capire il perché abbia rovinato la sua vita in questo modo.. e a soli 28 anni! Perché?? La mente umana è davvero un mistero. Questo purtroppo sarà il suo ultimo film e prima che morisse, con un'involontaria premonizione, aveva dichiarato: Non mi sono mai divertito così tanto a interpretare un personaggio, e probabilmente non succederà mai più.



"Non è tanto chi sono, quanto quello che faccio, che mi qualifica"

lunedì 21 luglio 2008

Koizora

Koizora è un film giapponese che in patria ha avuto moltissimo successo. La sera in cui l'ho visto cercavo una commedia romanticosa, leggera e spensierata, che mi tirasse su il morale che in quel momento si trovava sottoterra, così ho visto questo film e... non potevo fare scelta più SBAGLIATA!!! Non ho mai visto film più tragico di questo: inizia male e finisce ancora PEGGIO! No, a dire la verità l'inizio è carinissimo: la protagonista, Mika, perde il cellulare e lo ritrova che squilla nella biblioteca della scuola. Quando risponde sente la voce di un ragazzo misterioso che non vuole rivelarle la propria identità. All'inizio Mika cerca di evitare le sue telefonate, ma piano piano viene coinvolta sempre di più da lui e dalla sua dolcezza, tanto da desiderare di incontrarlo. Quando lo incontra rimane scioccata dalla persona che si trova davanti: un ragazzo con i capelli biondo platino, piercing e look trasandato! Terrorizzata, lo tratta malissimo, e poi scappa via! XD Subito dopo però i due si rincontreranno e fra loro nascerà un sentimento dolce e profondo che li legherà per moltissimo tempo.
Il film non è male e racconta una storia d'amore davvero bella ed emozionante, l'unico problema è che capiterà una tragedia dopo l'altra!!! O_O Siccome l'ho visto in un momento non troppo felice non riesco a dargli un giudizio obiettivo. Sto scrivendo questa recensione solo per avvisarvi di non fare il mio stesso errore: se vi ispira guardatelo, ma sappiate che è drammaticissimo! ç_ç Come se non bastasse è tratto anche da una storia vera, quindi se mentre lo guardate pensate che a quella ragazza sono successe veramente tutte quelle cose, c'è il rischio che vi suicidiate! Perciò… Lettore avvisato mezzo salvato!
 
Hiro: "Io  voglio diventare il cielo... essere il cielo e guardarti sempre da lassù."
Mika: "..Allora ogni volta che guarderò il cielo penserò a te. Un cielo sereno significa che sei di buon umore. Quando piove sei triste. Il cielo al tramonto è quando sei imbarazzato. Il cielo di notte significa che mi abbracci dolcemente..."
Hiro: "Ti ho comprato solo un anello da due soldi... per farmi perdonare di darò tutte le stelle dell'Universo!"