domenica 27 aprile 2008

Death Note [vol.10]

[SPOILER per chi non ha letto il vol.10, oppure per chi non ha visto l'anime almeno fino all'ep.32]

Altro volume pieno zeppo di avvenimenti e come al solito mi trovo in difficoltà a riassumere tutto! ^^'''
In linee generali in questo numero succede che finalmente gli agenti di polizia cominciano a sospettare di Light e contattano Near per collaborare con lui. Light prevedendo tutto, corre ai ripari facendo rinunciare Misa al quaderno, la quale lo spedisce a Teru Mikami, un convinto sostenitore di Kira che Light nota attraverso il programma della Sakura-TV, Il Regno di Kira.
Mikami si rivela essere un degno sostituto del Kira "originale" e nonostante non riceva istruzioni da lui (perchè costantemente sorvegliato dagli agenti), esegue gli omicidi come fosse Light stesso ad ordinarglieli.
Dopo aver ucciso Demegawa della Sakura-TV, Mikami sceglie come nuovo portavoce del "verbo di Kira" la giornalista della NHN, Kyomi Takada. Combinazione, questa ragazza si scopre essere un'ex-fidanzata di Light, il quale, grazie a questa coincidenza, riesce a mettersi in contatto con Mikami e ordinargli di seguire le sue direttive.

Come al solito, ogni volta che leggo un nuovo numero di Death Note, vado avanti anche con l'anime e, come al solito, quest'ultimo ha sempre qualcosa che non va! ç__ç In linea di massima la storia è sempre quella, però non capisco perchè abbiano dovuto affrettare le cose. Il bello di Death Note sono tutti quei ragionamenti complicati che i personaggi fanno per arrivare ad una certa conclusione. Nell'anime purtroppo questi ragionamenti sono semplificati e ridotti all'osso.
Un'altra cosa che non mi va giù è che Mello venga lasciato in secondo piano, mentre anche lui continua ad indagare come Near. Nell'anime non si nota affatto, ma nonostante Mello e Near siano in competizione per quanto riguarda la cattura di Kira, la loro voglia di vendicare la morte di L è così grande che finiscono per aiutarsi a vicenda. Secondo me questo è un fattore molto importante che nell'anime non c'è. Cmq, lasciando stare le mie lamentele riguardo l'anime, devo dire che la storia continua a piacermi moltissimo! Ogni volta sembra che Light sia "arrivato alla frutta" e ogni volta ha la soluzione pronta! (Maledetto!!! XD). Adesso sembra aver trovato in Mikami il suo sostituto perfetto, ma c'è qualcosa in lui che non mi convince. Ho la strana sensazione che per quanto veneri Kira come fosse Dio, ad un certo punto, gli si rivolterà contro. Insomma, Mikami è un altro megalomane peggio di Light! Non mi sorprenderei se alla fine Light venisse ucciso proprio da lui! In attesa di scoprire il vero volto di Mikami, io continuo a tifare per Near e Mello. Ormai hanno capito entrambi che Light Yagami è Kira, e io sono curiosissima di sapere chi lo affronterà per primo.. e chi la spunterà! (Spero entrambi).
Uffff... non ce la faccio più: voglio sapere come va a finireeeeeeee!! Maledetti voi della PaniniComics che lo pubblicate bimestralmente! Per colpa vostra ho altri 4 mesi di agonia! Grrrrr...

sabato 26 aprile 2008

Bee Movie

Trama: Nel mondo delle Api, quando si sceglie un lavoro questo sarà lo stesso per tutta la vita. Nessun'ape ha mai osato pensare di cambiare o desiderare qualcosa di diverso, ma Berry, un giovane neo-laureato, sogna qualcosa di più. Così, prima di scegliere cosa fare per tutto il resto dei suoi giorni, decide di andare alla scoperta del mondo esterno. Quì incontra Vanessa, una fioraia, e infrangerà la regola più importante della sua razza, ovvero che non bisogna parlare agli esseri umani. Facendo amicizia con Vanessa, Berry conoscerà le abitudini degli uomini, ma scoprirà anche che questi "rubano" il miele alle api rivendendolo senza che loro ne guadagnino qualcosa. Scioccato da ciò, decide di vendicarsi facendo causa a tutta la razza umana.

Un'ape che fa causa agli esseri umani! Ma ve lo immaginate?? So che è assurdo, ma è proprio quello che succede in questo simpaticissimo film della DreamWorks!
La storia all'inizio può sembrare poco originale, ma andando avanti ci si accorge che in realtà ha qualcosa di diverso rispetto agli altri film d'animazione. Soprattutto perchè questo film è così strano, bizzarro e assurdo, che ad un certo punto penserete di stare delirando! Invece no! Non è colpa vostra, il film è proprio così! Succede veramente tutto quello che vedono i vostri occhi e sentono le vostre orecchie!! XD Colui che ha scritto questa sceneggiatura deve essere un pazzo! (O un genio?!) Come gli saranno venute in mente tutte queste assurdità? Io non riesco minimamente ad immaginarlo, però devo ammettere che il film mi è piaciuto proprio perchè va totalmente contro ogni logica! XD Inoltre, per quanto riguarda i disegni, secondo me, la DreamWorks è l'unica ad essere quasi allo stesso livello della Pixar (notate bene: ho detto QUASI!!! XD), e in questo film fa davvero un ottimo lavoro curando tutto nei minimi particolari. Personalmente, la cosa che ho apprezzato di più sono stati i colori che hanno utilizzato: allegri e vivaci! E poi mi è piaciuto il fatto che ogni apetta fosse vestita in modo diverso. (Berry ha le Converse! *.* Troppo forte!!! XD )
Infine, come tutte le favole che si rispettino, anche Bee Movie ha la sua morale, che in questo caso vuole insegnarci che bisogna rispettare la natura e non alterarne l'equilibrio, perchè quando questo succede siamo tutti a soffrirne: uomini, piante, animali, ecc ecc...
Se amate il cinema d'animazione e volete passare un paio d'ore a delirare (XD) vi consiglio di non perderlo! ^_-

Mucca: "E' avvocato anche lei?"
Zanzara: "Madame, sono da sempre un parassita succhiasangue, mi mancava solo la 24ore!"

venerdì 25 aprile 2008

Eclipse

"Look after my heart, I've left it with you."
[Edward - cap.4]

Dopo averlo fatto ammuffire sullo scaffale per mesi, finalmente anch'io mi sono decisa a leggere Eclipse!
Purtroppo le mie impressioni sono tutt'altro che positive. I primi due volumi in qualche modo non li avevo trovati così terribili. Questo invece mi ha annoiata parecchio. A parte le prime 200 pagine, che ho letto in un soffio, il resto del libro l'ho portato avanti a fatica. Secondo me è pieno di parti superflue che la Meyer avrebbe potuto benissimo evitare. Probabilmente quando si ha molto successo la tentazione di allungare il brodo il più possibile è forte, e lei non ha resistito. Ci sono capitoli e capitoli in cui si ripetono sempre le stesse cose senza che succeda nulla di nuovo.

[*DA QUI SPOILER*]

Era fin troppo chiaro che gli omicidi di Seattle fossero tutti colpa di un piano di Victoria, io l'avevo capito già dal principio, ma per 300 pagine non si fa altro che ipotizzare e ipotizzare e ipotizzare.... ma bastaaa! La stessa cosa per quanto riguarda il matrimonio di Edward e Bella: mille anni di discussioni! Per tutto il libro non succede niente, e alla fine, quando finalmente succede qualcosina, si risolve tutto in un paio di pagine. No comment!
Il personaggio di Bella non mi ha mai irritato tanto come in questo volume: si preoccupa di cose futili, dall'inizio alla fine non fa altro che comportarsi da egoista, fregandosene di ferire i sentimenti altrui. Posso comprendere che la Meyer abbia deciso di "confonderle" un po' le idee per rendere più interessante la storia. C'è chi crede sia impossibile amare due persone contemporaneamente, ma per esperienza personale, vi assicuro che non lo è. Tuttavia, nel caso di Bella si tratta di un altro sentimento: Jacob gioca sporco dicendole che vorrebbe morire, così lei per disperazione lo bacia e gli dice che lo ama, quindi lo fa solo per salvarlo, e questo non è sicuramente amore! Per 500 pagine dice di non volerlo far soffrire e per 500 pagine fa tutto il contrario! Si comporta male anche con Edward.

[*FINE SPOILER*]

I comportamenti dei personaggi però non c'entrano nulla con la qualità del libro. Ripeto, quello che mi ha dato fastidio, che mi ha annoiata da morire, è il fatto che non succede nulla!!! Ho previsto tutto quello che sarebbe successo nelle prime 20 pagine! Le possibilità sono solo due: o sono diventata un genio, o il libro è davvero scritto in modo scontato e prevedibile! A me piacciono le sorprese e questo libro non ha nulla di sorprendente! La Meyer avrebbe potuto tagliare tranquillamente qualche discorso inutile, tutte quelle ripetizioni, e concludere la sua saga con questo volume. Se ci fossero stati anche i Volturi, magari la situazione sarebbe diventata più complicata e avrebbe reso la storia più interessante. Le uniche parti che ho apprezzato sono state le storie dei Licantropi, soprattutto quella della "terza moglie", e le storie di Rosalie e Jasper, che sono servite a inquadrare meglio i due personaggi. Per il resto non mi ha colpito nulla, perciò non credo che continuerò a farmi del male leggendo anche il prossimo volume. È già tanto se sono arrivata fin qui! Mi farò raccontare la conclusione da qualcuno, ma alla Meyer non dedicherò più il mio tempo libero, ne ha già avuto fin troppo!

Bella: "..Eri come un sole. Il mio sole personale. Il rimedio migliore alle mie nuvole."
Jacob: "Con le nuvole posso farcela. Ma non posso cavarmela contro un'eclissi."

martedì 22 aprile 2008

Pixar Shorts

Nel post precedente vi ho parlato di un corto animato e, per restare sullo stesso argomento, ve ne segnalo altri, tutti della Pixar, che secondo me è il migliore studio di animazione attualmente in circolazione.
Sicuramente conoscete la Pixar per i film che ha fatto insieme alla Disney (Toy Story, Finding Nemo, Ratatouille, ecc ecc...), e se questi li avete visti al cinema o se possedete i DVD originali, allora avete visto anche i corti che sto per consigliarvi. Se invece non li avete visti... che aspettate ancora? Sono corti, ma sono altrettanto belli dei film! *__*

LUXO JR. (1986)

Tanto tempo fa, quando la computer animation era solo roba per ingegneri informatici e le immagini prodotte erano delle semplici figure geometriche in 3D, molto ingegneristiche e poco artistiche, John Lasseter, ancora studente, produsse questo corto da 2 minuti che sorprese tutti: una lampada da tavolo (della Luxo, famosa marca norvegese), la quale viene coinvolta nella vivacità della figlioletta, che ha trovato una palla con cui giocare!
Era il 1986 e, per la prima volta nella storia, si assisteva ad un piccolissimo film con figure 3D arrotondate, in cui i protagonisti, degli oggetti normalmente inanimati nella realtà che ci circonda, prendono vita e recitano riuscendo a comunicare allo spettatore le proprie emozioni. Stupore, gioia infantile, disappunto del genitore... tutte emozioni umane provate da oggetti non umani, senza che essi siano stati antropomorfizzati.
Quest'opera segnò una svolta nel mondo dell'animazione e diede vita anche ad uno degli studi più famosi al giorno d'oggi: la Pixar! Da allora Luxo Jr è diventata la mascotte della società ed è stata impiegata come logo di tutte le sue produzioni.
Questo corto è stato omaggiato un pò ovunque, anche dal maestro Hayao Miyazaki, che nel suo bellissimo film "La Città Incantata" inserisce una lanterna saltellante, una sorta di "bisnonna" di Luxo jr!

TIN TOY (1988)

Un giocattolo di latta si ritrova nella stanza di un bebè, probabilmente come suo dono più recente. Il neonato però è qualcosa di terrificante e il giocattolino è costretto a rifugiarsi sotto il divano, dove trova nascosti altri giocattoli terrorizzati come lui. Quando però il bimbo inizia a piangere, il giocattolo si intenerisce ed esce dal suo nascondiglio per consolarlo, e dopo aver preso gusto a giocare col bimbo, non potrà far altro che ingelosirsi quando questo si rivela più interessato alla scatola che a lui!
Nonostante l'animazione del bebè è poco realistica (sembra più umano il giocattolo ^^'), questo corto fa vincere alla Pixar il suo primo Oscar.
Durata: 5 minuti.

KNICK KNACK (1989)

Su di una mensola fanno bella mostra alcuni souvenir, tra cui un pupazzo di neve rinchiuso in una palla di vetro. Il povero pupazzo si sente solo e vuol fare amicizia con gli altri souvenir, i quali sembrano divertirsi un mondo. Farà di tutto per evadere dalla sua prigione, ma.... ci riuscirà??
Ultimo cortometraggio di John Lasseter, creatore della mitica Luxo Jr.  
Durata: poco più di 3 minuti.

GERI'S GAME (1997)

Un vecchietto, con un'interessantissima personalità (XD), sta giocando un'avvincente partita a scacchi.. ma chi sarà il misterioso avversario? Questo corto, vincitore di un Oscar, è uno di quelli della Pixar che preferisco di più. Sono passati 8 anni da Knick Knack e l'evoluzione dell'animazione digitale è molto evidente.
Durata: poco più di 4 minuti.


FOR THE BIRDS (2000)

Degli uccellini blu si posano su un filo del telefono e iniziano a spingersi e a litigare rumorosamente. All'improvviso arriva un enorme e strambo uccello che si posa fra di loro e i piccoli uccellini, che prima litigavano, si uniscono per prenderlo in giro ed escogitano un piano per farlo cadere dal filo. Purtroppo fanno un piccolo errore di calcolo!! XD
Questo corto davvero divertentissimo, fa vincere il terzo Oscar alla Pixar.
Durata: 3 minuti.


ONE MAN BAND (2005)

Questo corto racconta la storia di due musicisti di strada che si sfidano a colpi di note per ricevere una moneta da una bambina di passaggio. La Pixar ci ha abituato a dei finali inaspettati, e anche questo corto, come quelli precedenti, non mancherà di sorprendervi e farvi sorridere!
Durata: 4 minuti.


LIFTED (2007)

Questo è il cortometraggio più recente. E' stato proiettato al cinema prima dell'inizio di Ratatouille e racconta le (dis)avventure di un piccolo alieno verde durante un esame che consiste nel rapire un essere umano! Fortissimo!! XD
Durata: poco più d 4 minuti.


Questi sono solo alcuni dei preziosissimi gioiellini animati che la Pixar ci ha regalato. Se volete conoscere anche gli altri basta chiedere direttamente a me. Io sarò felicissima di aiutarvi! ^_-

giovedì 17 aprile 2008

Prokofiev's Peter & the Wolf

Chi non conosce la fiaba di Pierino e il Lupo alzi la mano! Tutti restano immobili, tranne BluVega che timidamente alza una manina.
Ebbene si, non la conoscevo! L'avevo sentita nominare milioni di volte e, forse, da piccola mi sarà anche capitato di vedere qualche cartone animato, ma se un bambino mi avesse chiesto di raccontargliela io non sarei stata in grado di rispondere. Se ora ci fosse il mio ragazzo direbbe: "Che infanzia inutile che hai avuto!" ç________ç
Non conosco molte cose che normalmente si dovrebbero imparare da piccoli, ma che posso farci? Non è colpa mia se nessuno me le ha insegnate! Più che infanzia inutile direi di aver avuto degli insegnanti inutili. E non parlo solo di insegnanti delle scuole, ma di adulti che dovrebbero farti conoscere più cose possibili e darti stimoli a imparare sempre di più. Vabbè, inutile pensare al passato, l'importante è che ora sto rimediando fai-da-me. O sbaglio??
Chi mi conosce sa quanto sia appassionata di cinema d'animazione e che mi tengo sempre aggiornata sulle novità che questo settore propone. Con la tecnologia attuale si è arrivati ad un livello così eccezionale, che chiunque potrebbe creare un prodotto discreto. Ovviamente però, solo chi sa sfruttare a pieno questa tecnologia riesce a dar vita a dei capolavori unici. Uno di questi è il cortometraggio "Prokofiev's Peter & the Wolf" di Suzie Templeton, che alla scorsa cerimonia degli Oscar ha vinto come Best Short Animated. Io ho visto tutti i corti in gara e sono assolutamente d'accordo che abbiano scelto di premiare questo quì.

La Fiaba: Peter and the Wolf è una fiaba musicale, che Sergei Prokofiev scrisse per avvicinare i bambini alla musica classica.
La storia racconta di un bambino, Peter, che vive col nonno nei pressi di una grande foresta. Il nonno non vuole che Peter vada in giro per la foresta perchè vi si aggira un lupo pericolosissimo. Lui, ovviamente, disobbedisce e va a giocare insieme ai suoi amici animaletti (un uccellino, un'oca e un gatto), nel vicino laghetto ghiacciato. Ma.. ecco che arriva il lupo e con un boccone mangia subito l'oca! O____O Per Peter e gli altri suoi amichetti non sembra esserci via di scampo, quando, per fortuna, arrivano dei cacciatori che aiutano Peter a catturare il lupo. Tutti sono felici per la grande impresa, tranne Peter che piange per la sua amichetta oca, ma... sorpresa! Eccola spuntare dal nulla! XD Senza qualche piuma, si, ma viva e vegeta! XD E da quel momento vissero tutti felici e contenti!!!! XD

Il Corto by Suzie Templeton: Perchè è un capolavoro? Perchè non basta fare la trasposizione di una bella storia per creare un buon prodotto. Un'opera è un capolavoro quando ha anche qualcosa di originale e diverso dal solito. Questo corto infatti racconta la fiaba di Pierino e il Lupo in modo del tutto diverso, usando dei toni cupi e dark, e modificando il mieloso lieto fine, che quì è meno stucchevole.
La cosa più bella è l'espressività degli occhi dei personaggi. In particolar modo quelli di Peter, che sono così terrificanti che in confronto il lupo sembra un cucciolo innocuo! XD E poi, un'altra cosa importante è che tutti gli animaletti amici di Peter sono stati dodati di una personalità ben precisa. Quello che fa più tenerezza è l'uccellino con un'ala rotta, che ha trovato un modo davvero originale per volare! XD Non vi dico quale per non rovinarvi la sorpresa! :P
Il cortometraggio è stato creato con la tecnica della stop-motion, la quale permette di realizzare filmati utilizzando numerose fotografie scattate agli oggetti inanimati ai quali si vuol far prendere vita.
Nonostante la tecnica non sia recentissima, l'animazione è davvero super! *___* Un esempio di altri film realizzati usando questa stessa tecnica, per darvi un'idea, sono i famosissimi Nightmare Before Christmas e La Sposa Cadavere.

Quì di seguito potete vedere il trailer di circa 30 secondi:



giovedì 10 aprile 2008

Saiunkoku Monogatari


TRAMA: Ambientata in Cina, in un immaginario periodo medievale, Saiunkoku Monogatari racconta la storia del regno di Saiun. Qui incontriamo Shuurei, una ragazza colta, intelligente e dal carattere forte, che discende da una famiglia nobile ormai da tempo decaduta in disgrazia. A causa della povertà in cui si è sempre trovata, Shuurei è ossessionata dal guadagnare soldi e, oltre ad essere insegnante per bambini, accetta qualsiasi lavoro le venga proposto.
Un giorno, si presenta a casa sua un Consigliere Imperiale che le offre una grossa somma e Shuurei accetta ancor prima di sapere di che lavoro si tratti. Per sei mesi dovrà essere la consorte dell'Imperatore appena salito al trono, con lo scopo di istruirlo ed educarlo a diventare un buon sovrano. Shuurei si troverà così coinvolta nei mille problemi e intrighi della vita di corte, ma allo stesso tempo avrà anche la possibilità di coronare il suo sogno: quello di studiare sull'infinità di libri della biblioteca imperiale in modo da poter sostenere l'esame per entrare a far parte del governo. Sogno comunque irrealizzabile perché l'esame è proibito alle donne.


Non ero arrivata nemmeno alla fine del primo episodio che ne ero già innamorata persa! Mi piace così tanto che tra ieri e oggi ho divorato ben 12 episodi e ho deciso di parlarne subito nel blog perchè dovete assolutamente vederlo anche voi!
Quello che ho scritto nella trama è solo l'1% di quella che è effettivamente la vera storia di Saiunkoku Monogatari. Dire tutto non solo è complicato, ma toglie anche il "fattore sorpresa", quindi dovrete fidarvi in base ai pochi particolari che sto per darvi.
Dunque.. che sia una storia romanticosa si è capito, per fortuna però, non è per niente stupida, banale o scontata. Non si capisce mai quello che accadrà e soprattutto, oltre all'amore, si affrontano altri temi importanti e sono coinvolti molti altri sentimenti.
Ci sono moltissimi personaggi, tutti interessanti e intriganti. Difficile decidere chi preferire. Ognuno nasconte dei segreti e un passato oscuro e, soprattutto, nessuno ha un carattere stereotipato che fa stabilire subito chi sia il "buono", chi il "cattivo", e così via.  Per il momento, a mio parere, il personaggio più sorprendente è proprio quello dell'Imperatore! Un ragazzo di 19 anni, stupido e svogliato, che non vuole saperne proprio nulla di governare, ma cosa molto più importante, dalle tendenze sessuali ignote! XD Gira voce, infatti, che gli piacciano gli uomini, ed è anche grazie a questa convinzione che Shuurei accetta tranquillamente di essere sua moglie. Potete benissimo immaginare quante situazioni equivoche si vengono a creare per questo motivo!!! XD Saiunkoku Monogatari non è una serie comica, però ci sono spesso delle scene che fanno morire dal ridere! Ogni personaggio se ne esce con delle battute che lasciano a bocca aperta! XD
Che altro aggiungere? I disegni sono stupendi e tutti i personaggi sono bellissimi, specialmente quelli maschili! :P Quello che vedete nell'immagine a sinistra è l'Imperatore.
La storia è tratta da una serie di novelle conosciute sotto il nome di "The Story of Saiunkoku", scritte da Sai Yukino e illustrate da Kairi Yura. Esiste anche il manga omonimo, ma non so dirvi di quanti volumi sia composto perché in rete si trovano delle informazini discordanti. La serie animata invece è composta da 2 stagioni, ognuna formata da 39 episodi.



mercoledì 9 aprile 2008

Juno

"Io penso.. personalmente.. che la cosa migliore che puoi fare è trovare una persona che ti ami esattamente per quello che sei. Buon umore, cattivo umore.. Brutta, bella... Affascinante e così via.. La persona giusta crederà che tu caghi rose dal sedere!"

Non se questo film sia stato pubblicizzato abbastanza. Sono sicura ci sia ancora molta gente a non averne sentito parlare, perciò ho pensato di rimediare io! :P
 
TRAMA: Juno è un'adolescente di 16 anni, schietta e sicura di se. Un pomeriggio noioso come tanti si trasforma in qualcosa di diverso quando Juno decide di fare sesso con Bleeker, un ragazzo timido e all'apparenza stupido. Purtroppo però, questo passatempo pomeridiano le causa... un bell'imprevisto! XD
Con il passare dei mesi e l'avanzare della gravidanza, i cambiamenti fisici di Juno rispecchiano la sua crescita interiore e alla fine, mostrando un coraggio e un'intelligenza piuttosto insoliti in una ragazzina della sua età, Juno affronterà i suoi problemi a testa alta con un'esuberanza giovanile che è al contempo intelligente ed inaspettata.
 
Perchè vedere questo film? Perchè è semplicemente geniale! Non è una delle classiche storie tragiche e drammatiche in cui una ragazzina si riscopre incinta e deve affrontare genitori incazzati e un partner che non vuole saperne di fare il padre, ma è una commedia esilarante, fresca, e assolutamente sorprendente! Juno infatti è davvero un'adolescente atipica, dal linguaggio colorito e schietto, che riesce a mantenere il controllo della sua vita nonostante la difficile situazione in cui scopre di trovarsi. Sospesa tra ingenuità e maturità, grazie all'aiuto dei suoi genitori e al sostegno della sua migliore amica, riesce a trovare la soluzione giusta per lei e il suo bambino.
Di questo film ho adorato praticamente tutto: i personaggi, il look di Juno, il suo modo di parlare, la sua stanza coloratissima, la colonna sonora.. non c'è una cosa che non mi sia piaciuta! Questa commedia, inoltre, per il suo linguaggio giovanile e il modo di trattare temi importanti con toni leggeri, mi ha ricordato molto Little Miss Sunshine, altro film che consiglio a tutti di vedere.

 
"…Sarà perché il cuore mi batte fortissimo quando ti vedo."

domenica 6 aprile 2008

CODE GEASS: Lelouch of the Rebellion

Zero: "Credi che vinceremo questa battaglia?"
Kaguya: "Certo! Dopotutto io sono la Dea della Vittoria!"
Zero: "Davvero interessante... Ma è un vero peccato perchè io ho già stipulato un patto col Diavolo. E per come stanno le cose in questo momento, non credo di andare molto d'accordo con gli dei..."
[ep.23]


TRAMA: A causa di un grave incidente diplomatico, l'Impero di Britannia dichiara guerra al Giappone e dopo averlo conquistato impone la propria dittatura privando il paese dei diritti, della libertà e addirittura del proprio nome. Area11 diviene infatti il nuovo nome del Giappone e Elevens quello dei suoi abitanti.
Durante la terribile guerra, un bambino di nome Lelouch Lamperouge assiste all'uccisione della madre davanti ai suoi occhi. Nello stesso incidente, la sua sorellina minore, Nunnaly, rimane gravemente ferita e da quel giorno, oltre ad essere costretta su una sedia a rotelle, non è più in grado di aprire gli occhi e vedere il mondo che la circonda.
Dopo questo triste episodio Lelouch giura vendetta, dicendo al suo migliore amico Suzaku, che un giorno distruggerà la Britannia e costruirà un mondo in cui la sorellina Nunnaly possa aprire gli occhi senza paura, vivendo felice e al sicuro.
Molti anni dopo, Lelouch, studente modello di una delle più importanti scuole dell'Impero di Britannia, rimane coinvolto in un attacco terroristico da parte degli Elevens contro l'Impero. Quì incontra una strana e misteriosa ragazza dai capelli verdi che cambierà per sempre la sua vita. Chi è questa ragazza? Cosa ne sarà di Lelouch? E come porterà avanti il piano di vendetta che aveva giurato di compiere da bambino? Per scoprirlo c'è solo un modo: guardare l'anime! :D


Ho visto moltissimi anime veramente belli, ma quelli che hanno l'onore di essere nella lista dei miei preferiti si contano sulle dita di una mano. Uno di questi è sicuramente Code Geass: Lelouch of the Rebellion.
La prima stagione non smette di regalare emozioni nemmeno per un secondo e tiene incollati allo schemo dal primo all'ultimo minuto grazie ai numerosi colpi di scena che mantengono sempre vivo l'interesse dello spettatore. I bellissimi disegni delle CLAMP (*_*), personaggi con una personalità ben delineata, segreti, misteri, e una storia intrigante che diverte e commuove allo stesso tempo, sono i punti forza di questa bellissima serie che in Giappone, insieme a Death Note, è stata la più seguita del 2007. Con l'unica differenza, rispetto a Death Note, che Code Geass ha portato a casa numerosi premi prestigiosi come: Miglior Anime, Miglior Personaggio Maschile (Lelouch), Miglior Doppiaggio e Migliore Opening (Colors). Insomma, non c'è bisogno del mio post per convincervi che Code Geass sia un prodotto che merita, i fatti parlano già da soli!
Il personaggio di Lelouch è il mio preferito. Dopo i primi episodi viene spontaneo confrontarlo con Light di Death Note: entrambi intelligentissimi e.. pazzi assassini!!! XD Proseguendo con la serie, però, ci si accorge subito che fra i due c'è una differenza abissale. Light è davvero un pazzo scatenato con troppe manie di grandezza. Non si scompone nemmeno un po' quando si tratta di uccidere qualcuno, anche se questo qualcuno dovesse essere addirittura del suo stesso sangue. Lelouch invece no. Lui è molto più umano e si vede benissimo la sofferenza che prova quando è costretto a prendere delle scelte difficili. Light non sembra amare nessuno, mentre Lelouch oltre alla sua sorellina è affezionato ad un sacco di altre persone, e quando queste vengono coinvolte si nota aumentare il peso del dolore che porta sulle spalle. E nonostante tutto questo dolore, lui affronta le sue scelte, a volte davvero estreme, con coraggio, proseguendo per la sua strada.
Gli altri personaggi sono tutti interessanti e caratterizzati alla perfezione, ognuno ha la propria storia e le proprie emozioni. Oltre Lelouch, i miei preferiti sono C.C. (la misteriosa ragazza dai capelli verdi), Euphemia (che non vi dirò chi è per non spoilerare), e un pò anche Shirley (compagna di classe di Lelouch). Quello che invece non sopporto proprio è Suzaku. All'inizio potevo anche essere d'accordo col suo modo di pensare, ma andando avanti con la serie ho cominciato ad averlo sui nervi: o è cieco o fa finta di non vedere.. non riesco proprio a capirlo! è_é
Ho deciso di dedicare un post a Code Geass proprio oggi perchè stasera in Giappone inizia la seconda serie. Finalmente l'agonia è finitaaaaa!! [Lelouuuuuuuch mi sei mancato da morireeee!!! *ç*].
La fine della prima stagione lascia di stucco, si interrompe proprio durante una scena importantissima e, chi l'ha vista, sa benissimo cosa è significato aspettare che arrivasse questo giorno! Ebbene, signori, finalmente ci siamo!!! Finalmente sapremo la verità! *_______*
A chi ancora non l'ha vista invece dico: "Beh, che aspettate??" Se vi piacciono le storie di vendetta, tipo Il Conte di Montecristo e Sweeney Todd, questa serie fa decisamente per voi! Anche se ci sono scene d'azione e di guerra con dei robottoni, alla fine quello che conta veramente è la trama, i sentimenti e le emozioni che essa regala. Quindi, vi raccomando: non perdetela!! ^__^



"..Gli umani sono degli esseri che vanno alla continua ricerca della felicità...
Non è qualcosa di speciale, ma sono piccoli desideri che sono comuni a chiunque.
Quei sogni, quelle speranze, chi ci potrebbe rinunciare?
Eppure si è giudicati perchè si è collegati agli altri e al mondo.
Questo è il destino.
Quando i propri sentimenti affrontano la volontà del mondo vengono considerati come un' esistenza nebulosa ed inutile.
Delitto e Castigo.
Destino e Giudizio.
Ciò che è certo è che gli esseri umani esistono per inseguire la felicità.
Tutti i desideri, anche quelli più segreti, sono tutti nati dalla Disperazione."
[C.C. - ep.25]

giovedì 3 aprile 2008

Kagen no Tsuki

Dopo aver letto Paradise Kiss ho fatto una piccola ricerca per sapere quali opere di Ai Yazawa mi mancassero ancora da leggere. A parte Gokinjo Monogatari (Cortli del Cuore), che conosco per l'anime, l'unica che mi restava era Kagen no Tsuki (Ultimi Raggi di Luna). Pensando fosse il solito shoujo della Yazawa, ho iniziato a leggerlo a "scatola chiusa", senza sapere nulla nè della trama nè di altro, ma dopo le prime pagine... SHOCK! Sono rimasta pietrificata!!! O_____O
E' di un genere totalmente diverso dalle altre serie come ParaKiss, Nana, ecc.... Con questo non voglio dire che faccia schifo perchè diverso, anzi, tutto il contrario! La storia non tratta i soliti temi adolescenziali cari alla Yazawa, ma affronta argomenti molto toccanti e delicati come la morte. Curiosamente, i protagonisti sono dei bambini, ma per il tema affrontato la storia è rivolta decisamente ad un pubblico adulto.
Ho deciso che in questo post non svelerò nessun particolare sulla trama in modo che rimaniate sorpresi proprio come lo sono stata io quando ho iniziato a leggerlo. L'unica cosa che vi dico è di non farvelo scappare perchè è un manga molto originale e fuori dal comune. La storia è fitta di misteri, i quali tengono incollati dalla prima all'ultima pagina, e i personaggi, nonostante siano solo dei bambini, sono ben caratterizzati (come del resto tutti quelli della famiglia Yazawa). Ho trovato molto interessante il modo in cui questi ragazzini affrontano le difficili situazioni che si trovano di fronte.
Un manga che parla della morte, ma che in realtà è un inno alla vita. Un piccolo gioellino che ragala grandi emozioni. Da non perdere! ^_^

Info:
*Ultimi Raggi di Luna in Italia è stato pubblicato dalla Planet. L'edizione più recente, la Collection, consta di 3 volumi.
*Da quest'opera della Yazawa è stato tratto un film live (sito ufficiale), del quale in rete potete trovare la versione subbata sia in inglese che in italiano. Io sono riuscita a procurarne una copia e sono curiosa di vederlo. Spero sia fedele all'opera originale.

"In this sleepless night, as the darkness advances, look up at the sky and somehow remember.. that somewhere in this wide world, there are always people who love you, and people who need you. Because every person can't go on living alone"
[vol. 3]