domenica 27 gennaio 2008

Meru Puri (Matsuri Hino)

MeruPuri vol.1TRAMA: Ogni ragazza sogna il principe azzurro, ma sicuramente nessuna lo sogna intensamente come Airi. Airi è una studentessa delle superiori che ha le idee chiare sul suo futuro: avrà una storia d'amore meravigliosa con un ragazzo meraviglioso, con lui creerà una famiglia meravigliosa e vivranno insieme amandosi ogni giorno sempre di più. L'unico problema è che ancora non ha incontrato qualcuno così meraviglioso. Ma quando si possiede uno strano specchio a forma di stella a sette punte ereditato da un'antenata, non si sa mai quali sorprese può riservare il futuro, soprattutto perché il bizzarro oggetto non serve solo a specchiarsi, come Airi scoprirà presto!

Questa è la trama copiata pari pari dal primo volume, ma non dice assolutamente nulla della vera storia! È vero che la protagonista sogna un po’ troppo ad occhi aperti, ed è vero anche che possiede uno specchio alquanto bizzarro, però un piccolo indizio per invogliare il lettore a comprare questo manga potevano anche metterlo, no? Volete che lo faccia io? Sì, ma ve ne do uno proprio piccolo piccolo perché non mi piace fare spoiler! Lo specchio di Airi in realtà è uno specchio magico (e questo si era capito! :P), che funziona da portale fra in Regno di Aster (mondo magico) e il nostro mondo. Un giorno, mentre la nostra eroina sta correndo per arrivare a scuola in orario, lo specchio cade a terra dalla sua tasca e, magicamente, spunta (proprio dallo specchio), un bambino che più strano non si può! XD Non dico chi è questo bambino (lo scoprirete leggendo), dico solo che Airi se lo porterà a casa per prendersene cura perché convinta si sia perso, e che durante la notte avrà una bella sorpresa: il bambino non è più un bambino, ma un ragazzo adulto! Da questo piccolo particolare potete facilmente immaginare quanti equivoci si creeranno! Ci sono tante di quelle scene assurde che vi faranno sbellicare dalle risate! Nelle note sparse qua e là, l'autrice scrive che il suo obiettivo era quello di far divertire i suoi lettori. Beh, credo proprio che ci sia riuscita in pieno! Inoltre la storia non è solamente comica, è anche molto dolce e romantica grazie alle sue delicate atmosfere magiche e fiabesche. E come ogni fiaba che si rispetti non mancherà di avere una morale: tra quello che si pensa desiderare e quello che si desidera veramente c'è una bella differenza! Molte volte ci intestardiamo sulle nostre convinzioni e non ci accorgiamo che quello che desideriamo più di qualsiasi altra cosa al mondo è proprio sotto i nostri occhi.

Meru Puri manga
Meru Puri, diminutivo di Meruhen Purinsu (The Marchen Prince), in Italia è stato pubblicato da Planet Manga in 4 volumi. Della stessa autrice ho parlato anche di Vampire Knight e Wanted. Il primo lo trovate pubblicato sempre dalla Planet, mentre il secondo dalla J-Pop.

Meru Puri

mercoledì 23 gennaio 2008

Heath Ledger (RIP)


heath

Sleep
Sleep tonight
And may your Dreams
Be realized.
If the thunder cloud
Passes rain
So let it rain
Rain down on you.
[MLK - U2]


Goodbye Heath.

domenica 20 gennaio 2008

Wanted (Matsuri Hino)

Wanted (cover manga)Trama: XVII secolo. Mar Mediterraneo. Armelia è una bambina che ha perso i genitori in tenera età e si guadagna da vivere esibendosi come cantante per le feste della nobiltà. Un brutto giorno però, viene separata dalla persona a lei più cara, Luz, il quale viene rapito dal Pirata Skulls proprio davanti ai suoi occhi. Otto anni dopo, decide di andare alla sua ricerca e si traveste da uomo per imbarcarsi su una nave pirata.

La trama di Wanted non è molto originale e si capisce tutto quello che succederà praticamente dopo una pagina! Ma che dico? Si capisce addirittura dalla copertina!! XD Nonostante però la storia sia semplice, prevedibile e sdolcinata... a me è piaciuta! XD E questo perché ultimamente sto troppo in fissa con Vampire Knight, quindi il mio giudizio sui manga della sua autrice, Matsuri Hino, potrebbero essere un tantino, ma solo un tantino, di parte! XD Leggendo Wanted vedevo Kaname dappertutto: lei che assomiglia a Kaname da piccolo, lui a Kaname con i capelli chiari, l'ufficiale della marina a Kaname con i capelli corti.. insomma questo manga è pieno di sosia del mio Kanamuccio ♥, come poteva non piacermi?? XD Dai, scherzo! Per essere concentrata in un unico volume è normale che la storia non sia sviluppata perfettamente. Tutto deve succedere in quelle poche pagine, perciò gli eventi accadono in maniera super veloce. Per fortuna particolari e piccole sorpresine rendono la storia piacevole e non troppo banale. E che dire dei disegni? Lo so, io sono troppo di parte perché sono identici a quelli di VK, ma come si fa a non amarli? *__*

Wanted (manga)
Ah! Quasi dimenticavo: alla fine del volume l'autrice scrive che le piacerebbe continuare la storia aggiungendo altri episodi, ma che adesso non può farlo perché concentrata su Vampire Knight (Brava brava, concentrati! :P). Quindi non è da escludere che in futuro vedremo il seguito. Io lo leggerò di sicuro, voi?

Wanted (manga wallpaper)

venerdì 18 gennaio 2008

Io Sono Leggenda (il film)

Io Sono Leggenda - locandinaIl film di cui voglio parlare oggi è tratto dal capolavoro omonimo di Richard Matheson, sul quale avevo già detto qualcosa in questo post.
Il film non segue per filo e per segno il libro, però è fatto bene. Bravissimo il regista che ha saputo costruire un intero film con un unico personaggio, riuscendo a trasmettere la sua angoscia e il suo senso di solitudine attraverso scene silenziose e commoventi. Degna di nota anche l'interpretazione di Will Smith nella parte di Robert Neville. Insomma, dal punto di vista tecnico l'ho trovato perfetto. Peccato però che proprio la parte più importante della storia venga... non so che parola usare... mmm... ignorata?? (ATTENZIONE: da qui in poi è pieno di SPOILER!!!) La parte più bella del libro è proprio l'ultima frase dell'ultima pagina: Io Sono Leggenda. Perché lui è leggenda? È leggenda perché è l'ultimo degli uomini in un mondo interamente popolato da "nuove creature". Gravissimo che nel film abbiano sbagliato proprio questo! Prima sono i vampiri ad essere leggenda, ad essere i mostri da combattere, ma poi è l'uomo a diventarlo. La realtà viene ribaltata: quella che era la normalità diventa anormalità e viceversa.

E di colpo pensò: sono io quello anormale, ormai. La normalità era un concetto legato alla maggioranza, rappresentava una qualità comune di molti uomini, non di uno solo. In un baleno, quella consapevolezza si fuse con ciò che leggeva sui loro volti - stupore, paura, orrore, ribrezzo - e seppe di terrorizzarli. Ai loro occhi lui era un flagello spaventoso, sconosciuto, persino peggiore della malattia con cui avevano imparato a convivere. (...) Robert Neville posò lo sguardo sui nuovi abitanti della Terra. Sapeva di non essere uno di loro; sapeva di essere un anatema, un orrore nero da distruggere, come i vampiri. E quell'idea lo colpì come un fulmine, distogliendolo perfino dal dolore. (...) Il cerchio è completo, pensò mentre il letargo definitivo gli strisciava nelle membra. Il cerchio è completo. Un nuovo terrore prende forma dalla morte, una nuova superstizione penetra la fortezza inattaccabile dell''infinito. IO SONO LEGGENDA.

La fine del film, quindi, mi ha deluso profondamente perché non ha rispettato il messaggio che voleva comunicare l’opera originale. Aspettavo che la voce di Robert Neville pronunciasse quelle parole prima che lui chiudesse per sempre gli occhi, invece si sente la voce di quella tizia dire: "noi siamo il suo lascito e lui è leggenda". Bella frase, non c'è dubbio, ma non rispecchia per niente il senso della storia. Meglio che leggiate il libro, sicuramente lascia dentro molto di più.

Io Sono Leggenda film

venerdì 4 gennaio 2008

Mille Splendidi Soli (Khaled Hosseini)

Non si possono contare le lune
che brillano sui suoi tetti,
né i mille splendidi soli
che si nascondono dietro i suoi muri.

Mille Splendidi SoliTrama: A quindici anni, Mariam non è mai stata a Herat. Dalla sua kolba di legno in cima alla collina, osserva i minareti in lontananza e attende con ansia l'arrivo del giovedì, il giorno in cui il padre le fa visita e le parla di poeti e giardini meravigliosi, di razzi che atterrano sulla luna e dei film che proietta nel suo cinema. Mariam vorrebbe avere le ali per raggiungere la casa del padre, dove lui non la porterà mai perché Mariam è una harami, una bastarda, e sarebbe un'umiliazione per le sue tre mogli e i dieci figli legittimi ospitarla sotto lo stesso tetto. Vorrebbe anche andare a scuola, ma sarebbe inutile, le dice sua madre, come lucidare una sputacchiera. L'unica cosa che deve imparare è la sopportazione.
Laila è nata a Kabul la notte della Rivoluzione, nell'Aprile del 1978. Aveva solo due anni quando i suoi fratelli si sono arruolati nella jihad. Per questo, il giorno del loro funerale, le è difficile piangere. Per Laila, il vero fratello è Tariq, il bambino dei vicini, che ha perso una gamba su una mina antiuomo, ma sa difenderla dai dispetti dei coetanei; il compagno di giochi che le insegna le parolacce in pashtu e ogni sera le dà la buonanotte con segnali luminosi dalla finestra.
Mariam e Laila non potrebbero essere più diverse, ma la guerra le farà incontrare in modo imprevedibile. Dall'intreccio di due destini, una storia che ripercorre la storia di un paese in cerca di pace, dove l'amicizia e l'amore sembrano ancora l'unica salvezza.

Amo l'immaginazione, la fantasia, e tutto quello che riesce a portare un po’ di magia in questo mondo che spesso dimentica cosa sia. Io voglio che il mio mondo sia pieno di magia, perciò leggo quasi esclusivamente libri Fantasy. In quel "quasi" è capitato questo libro di Khaled Hosseini. Sono molto felice di averlo letto nonostante non sia del mio genere per tutto quello che mi ha insegnato sulla situazione di Afghanistan e per tutte le emozioni di che mi ha fatto provare.

Mille Splendidi Soli è un libro straordinario che parla di due donne straordinarie. Due donne afghane di due generazioni diverse, che per un brutto scherzo del destino si ritrovano a condividere una parte della loro vita, la quale, da quel momento in poi, cambierà per sempre.
Mentre leggevo provavo RABBIA per quello che succede in Afghanistan, e RABBIA perché mi sentivo totalmente insignificante e impotente. Avrei voluto andare lì e gridare in faccia a tutti quanti: "Ma che cavolo state facendo? Che senso ha tutto questo? Non vi rendete conto che state distruggendo tutto? Vite umane, la vostra cultura, le vostre tradizioni, il vostro paese e voi stessi?"

Se vi capiterà di leggere questo libro, (cosa che vi consiglio di far capitare!), preparate tanti fazzolettini! Le ultime 100 pagine sono terribili! Io ho dovuto fare molte pause perché vedevo tutte le parole appannate per colpa delle lacrime, e il mio cuore per poco non si spaccava.

Distesa sul divano, con le mani tra le ginocchia, Mariam fissava i mulinelli di neve che turbinavano fuori dalla finestra. Una volta Nana le aveva detto che ogni fiocco di neve era il sospiro di una donna infelice da qualche parte del mondo. Che tutti i sospiri che si elevavano al cielo si raccoglievano a formare le nubi, e poi si spezzavano in minuti frantumi, cadendo silenziosamente sulla gente.
"A ricordo di come soffrono le donne come noi" aveva detto. "Di come sopportiamo in silenzio tutto ciò che ci cade addosso."